+43 6477/8224-0
 
 
 
 

Lago Rotgüldensee (1.735 m) – Comune del Parco nazionale Muhr

Il tesoro d’oro nel lago

Oro rosso illumina il lago al tramonto, i caldi raggi del sole scintillano sull’acqua luccicante. “Oro rosso”, in quest’immagine risuona la lunga ed avventurosa storia degli operai, dei minatori e dei cercatori d’oro che un tempo lavoravano qui.
Si racconta che molti anni fa viveva un ricco lavoratore, padrone della miniera d’oro del Muhrwinkel. Era un uomo molto orgoglioso e duro nei confronti dei suoi minatori. Sua figlia era la cosa più importante della sua vita. Tuttavia, un giorno, la bella fanciulla si innamorò d’un povero minatore. Il padre geloso le impedì di vederlo tanto che la fanciulla, per il forte dolore, si ammalò e morì. Dopo alcune settimane il suo corpo fu portato al cimitero. Il padre disperato da quel giorno in poi odiò l’oro come la morte. Pieno di dolore gettò tutte le sue ricchezze nei flutti del lago che da quel giorno fu chiamato Rotgüldensee (Lago dell’Oro Rosso).

Partenza: parcheggio vicino alla casa Arsenhaus (1.341 m, senza ristorazione).
Passando per un sentiero didattico naturalistico, si arriva alla baita
Rotgüldenseehütte e al lago Rotgüldensee inferiore (1.735
m). È possibile seguire delle scorciatoie, un po’ ripide, per
giungere in luoghi di grande interesse botanico, come i prati di aquilegie e
speronelle, le bellissime distese di origano e maggiorana selvatici e vari tipi di orchidee. Dalla
baita un bellissimo sentiero porta alla parte posteriore del lago
passando attraverso campi di arbusti molto alti e piante di grande rarità.
Un’esperienza unica per gli amanti della flora. Il percorso dura
circa un’ora e mezza.

Difficoltà:
facile
Durata: circa un’ora e mezza fino al lago Rotgüldensee inferiore
 
 
 
Vai alla lista